Prodotti Ayurvedici Autentici & Naturali
Cell: 0039-328-2372702

Approccio ayurvedico alla stipsi

APPROCCIO AYURVEDICO ALLA STIPSI

COS’E’ LA STIPSI?

La stitichezza o stipsi è un disturbo comune del tratto digestivo.In questa condizione, l’intestino non si muove regolarmente, o non si svuota completamente durante il movimento.

Lo stile di vita occidentale, con i suoi ritmi frenetici contribuisce pesantemente all’insorgenza della stitichezza. Tra le cause frequenti della costipazione ricordiamo una dieta squilibrata (povera di fibre) , forti tensioni nervose, stile di vita sedentario, farmaci, abuso di lassativi etc.

La costipazione è spesso considerata come un problema irrilevante, ma se viene trascurato o non trattato adeguatamente, può portare a ulteriori problemi come la perdita di appetito, gas, indigestione, emorroidi, ragadi e fistole.
Una stitichezza cronica porta anche ad un sovraccarico di tossine (Ama) all’interno del nostro corpo che crea una pesantezza al corpo, sensazione di stanchezza e letargia contribuendo all’insorgenza di gravi problemi di salute.

problemi di stipsiQUALI SONO I SINTOMI?

Secondo la visione ayurvedica, se una persona riferisce uno dei seguenti sintomi, si può definire una situazione di costipazione:

1. Non si sente l’esigenza di evacuare entro un’ora dal risveglio mattutino.

2. Evacuazione di feci di consistenza dura.
3. Senso di evacuazione incompleta dell’intestino o sensazione di svuotamento incompleto del tratto intestinale.
4. Gonfiore addominale & Gas .
5. Appetito scarso .
6. Sensazione di gusto cattivo in bocca.
7. Patina sulla lingua.
8. Sensazione di pesantezza costante alla testa e corpo .
9. Fluttuazione dell’energia durante la giornata e sensazione di stanchezza .
10. Dolori muscolari.

CAUSE

La stitichezza si verifica quando il colon assorbe troppa acqua, oppure le contrazioni muscolari del colon sono troppo lente e deboli, e di conseguenza le feci si muovono troppo lentamente. Le feci quindi si induriscono e si seccano.
La causa principale si ritrova in un fuoco digestivo debole (basso Agni), che deriva da uno stile di vita errato, abitudini alimentari irregolari, dieta povera di fibre, insufficiente assunzione di liquidi, stile di vita sedentario e scarse evacuazioni intestinali.

Secondo l’Ayurveda, il cibo non digerito si accumula lentamente nel grande intestino portando ad uno squilibrio del Vata soprattutto Apana Vata, che è responsabile di una corretta espulsione fecale. Ciò provoca secchezza nella zona del colon e rallenta il movimento delle feci verso il retto che porta ad una condizione di costipazione.

ALCUNI CONSIGLI UTILIrimedio stipsi limone

Seguire uno stile di vita salutare: Lo stile di vita comprende le abitudini quotidiane, come l’assenza di attività fisica e ritmi di vita frettolosi, abitudini che spesso causano ansia e stress, che tendono a colpire il processo di evacuazione intestinale.

Consigli alimentari contro la stitichezza: Seguire un’alimentazione sana. Prediligere cibo fresco e caldo. Massimizzare il consumo di verdure a foglia e insalata. La fibra è importante per mantenere morbide le feci. Le diete a basso contenuto di fibra, quindi, possono causare costipazione. Le migliori fonti naturali di fibra sono la frutta, verdura e cerali integrali. Anche la masticazione insufficiente, l’eccesso di cibo o la combinazione di cibi sbagliati, e l’abitudine di mangiare e bere con ritmi irregolari influenzano in maniera significativa ad una funzione intestinale non efficace e sana. Evitare cibi in scatola, cibi conservati ed avanzi. Anche l’assunzione di alimenti freddi, come il gelato o bibite gelate, riduce i movimenti intestinali, perciò cercare di evitarli. Anche l’olio d’oliva è un alimento amico nella lotta contro la stitichezza.

Bere abbondante acqua : prendere 7-8 bicchieri di acqua ogni giorno, preferibilmente acqua tiepida. Bere mezzo succo di limone diluito nell’ acqua tiepida ogni mattina appena svegli a digiuno risulta molto utile per la pulizia dell’intestino.

Oppure iniziare al giornata con un semplice bicchiere di acqua tiepida e fare una camminata per almeno 20-30 minuti aiuterebbe a potenziare il processo di eliminazione delle feci.

Non sopprimere il proprio impulso a defecare: Evitare di rimandare l’evacuazione ignorando lo stimolo. Tentate di andare al gabinetto alla stessa ora, preferibilmente il mattino e prendersi il proprio tempo in bagno senza distrazioni o urgenze.

La terapia Panchkarma come Vasti aiuta a mantenere il movimento peristaltico dell’intestino e a pulire le tossine dal colon. Queste sono terapie di pulizia potenti seguite sotto la supervisione di un medico o esperto in Ayurveda.

Utilizzare erbe ayurvediche come la Triphala (combinazione di tre prezioni frutti – Emblica officinalis, Terminalia chebula and Terminalia bellerica).

ALCUNI RIMEDI CASALINGHIfrutti per combattere la stipsi

  • Le fibre presenti nell’uvetta passa si gonfiano in quanto assorbono acqua favorendo in tal modo un effetto lassativo.

  • I fichi sono un’ottima risorsa di fibre. Per un sollievo contro la costipazione, far bollire un paio di fichi in un bicchiere di latte, bere il miscuglio la sera prima di coricarsi. Il miscuglio deve essere caldo al momento del consumo.

  • I semi di lino aiutano in caso di stipsi. Si possono mescolare i semi di lino con i cereali o prenderne una manciata con acqua calda presto al mattino.

  • Gli spinaci aiutano a pulire, ricostruire e ripristinare il tratto intestinale. Si può bere 100 ml di succo di spinaci miscelato con un’ uguale quantità di acqua calda due volte al giorno.

triphala maxCOSA CONSIGLIA BLISS AYURVEDA?

Bliss Ayurveda offre un prodotto erboristico unico per la detossinazione del colon, un integratore in compresse TRIPHALA MAX è una formulazione ayurvedica per la stipsi. È un buon lassativo che non crea assuefazione, aiuta a rimuovere le tossine dall’intestino, regolarizza il movimento intestinale, mantiene la flora intestinale in salute, agisce da ringiovanente per i tessuti. Il termine “Triphala” significa “tre frutti”, la ricetta di questo tradizionale integratore a base di erbe risale a migliaia di anni ed è impiegata ampiamente dai guaritori ayurvedici. E’ formata da: Emblica officinalis ( Amalaki o amla), Terminalia Chebula (Haritaki), Terminalia Bellerica (Bibhitaki). L’aggiunta di rosa e finocchio al prodotto rinforzano l’azione della formulazione.

facebook

facebook

Iscrizione Newsletter

CONTATTI

Cell: +39 328 2372702
Fax: +39 0522 1860274
E-MAIL : info@ayurera.it