Withania somnifera (Ashwagandha)

Inglese: Winter cherry
Sanscrito: Ashwagandha
Italiano: Ginseng Indiano

Il termine sanscrito ashwagandha deriva dai termini sanscriti ashva (che significa “cavallo”) e gandha (che significa “odore”). Il  termine, infatti,  descrive sia il forte aroma della radice, che si dice ricordi l’odore del sudore del cavallo, sia la sua proprietà di incrementare l’energia, la forza mentale e fisica e il vigore proprio come quello di un cavallo.

L’estratto di Withania Somnifera contiene witanolidi che agiscono da antidepressivi per entrambi i gruppi di persone: sia quelle integrate che quelle isolate dalla società.

Gli studi dimostrano che l’estratto di Withania somnifera è utile nel curare il morbo di Parkinson.

Withania somnifera agisce da “stabilizzatore dell’umore”, nell’inclinazione all’isolamento sociale e risulta efficace nel combattere l’insonnia.

Un utilizzo regolare di Ashwaganda migliora le capacità mentali attraverso il rinforzo della capacità di tolleranza allo stress e stimola il sistema immunitario, promuove la memoria ed è considerata adattogena.

Withania viene anche usata per trattare l’epilessia.