KARMA: il principio di causa-effetto

Sentiamo spesso parlare di Karma soprattutto quando qualcuno svolge un’azione negativa a danno di un’altra persona…ma cos’è il Karma?

Questo termine derivante dal sanscrito “Karman” lo si legge per la prima volta negli antichi testi sacri vedici ed è traducibile con “atto”, “azione”. Il concetto di Karma nasce in India dalle speculazioni religiose delle Upanishad ma poi, successivamente, si estende al Buddismo, al Giainismo e ad altre religioni e filosofie orientali.

In particolare, secondo la tradizione religiosa induista, si tratta di un atto che attiva il principio di causa-effetto: ad ogni azione del corpo, della mente o dello spirito corrisponde di conseguenza una reazione senza lasciare nulla al caso.

Ecco che il Karma è la forza che crea la nostra esperienza nel mondo: le nostre situazioni di vita come salute o malattia, felicità o tristezza, sono il frutto delle nostre azioni. Se vogliamo capire le cause del passato, è necessario osservare i risultati che si manifestano nel presente. Questo principio di causa-effetto coinvolge tutti gli esseri viventi senzienti (escluse le piante) assoggettandoli alle conseguenze morali che ne derivano e comprendendoli, dunque, nel ciclo di nascita-morte-rinascita (detto Samsara).

Fondamentalmente non esiste il dualismo karma buono e cattivo, esso semplicemente è, ed è una forza non giudicante che riflette su di noi il risultato delle nostre azioni. Questa forza fisica e spirituale è governata da Mahat, “il Grande”, ossia da una Mente Cosmica, un’Intelligenza Divina.

 

KARMA & AYURVEDA

Nella scienza ayurvedica esiste un concetto chiave denominato Karya Karan Bhava, presente nei Darshan Shastra (antichi testi dell’India che chiariscono l’idea di logica e di processo decisionale): non può esistere un effetto senza una causa. Questa teoria è utilizzata dall’Ayurveda ad ogni livello, persino nella relazione Karma-malattia, infatti ogni problema di salute, dal più lieve al più severo, ha una causa scatenante. Addirittura, secondo questa visione, ci sono malattie che sono considerate come l’effetto specifico di comportamenti immorali e dannosi (es. violenza contro anziani). Uno stile di vita sano ed equilibrato avrà come conseguenza una buona salute del nostro organismo. Anche la mente (Manas) ha un ruolo fondamentale: se un individuo crea azioni negative, vengono prodotte particolari vibrazioni turbolente sul piano psicologico generando stress, ansia, o depressione che, poi, si ripercuotono a livello fisico causando squilibri.

KARMA & YOGA

Negli Yoga Sutra di Patanjali, antico filosofo indiano, il Karma è influenzato dagli “stati dolorosi”: ignoranza spirituale (avidyā) sentimento di individualità (asmitā); disgusto (dveśa); attaccamento (rāga), volontà di vivere (abhiniveśa). A sua volta il Karma porta a stati che danno vita ad affanno, ma Patanjali ritiene saggio colui che è consapevole di questa spirale di dolore e propone il Raja Yoga (Yoga regale) come sentiero per l’emancipazione da questo dolore.

Esiste anche il Karma Yoga, ossia lo Yoga dell’azione o del dovere. L’obiettivo è fare il proprio dovere al meglio senza coinvolgimento del proprio ego, senza attaccamento né aspettativa di ricompensa. In poche parole questo tipo di Yoga porta ad un controllo del proprio Ego per poi lasciarlo andare, inoltre, fa sì che se facciamo qualcosa non è per ottenere in cambio qualcosa ma soltanto perché è il nostro dovere. Il fine ultimo del Karma Yoga è quello di purificare il karma passato e di diventare umili espandendo il cuore e annientando l’ego per poi raggiungere la salvezza dell’anima.

Per concludere possiamo affermare che il Karma è un utilissimo strumento di responsabilità individuale, di conoscenza di sé, della nostra storia, del nostro comportamento e, perché no, della nostra vita precedente.

Quello che facciamo ci ritorna sempre indietro, in un modo o nell’altro!

REGOLAMENTO E GESTIONE PRIVACY PER ZOOM

Per garantirvi una buona qualità dell’incontro e allo stesso tempo tutelare la vostra privacy, vi chiediamo di rispettare alcune semplici regole:

- Per permettere a tutti di interagire con il relatore, vi chiediamo di fare interventi entro i 30 secondi.
- Per evitare rumori di fondo ambientali si consiglia di attivare la periferica audio di trasmissione solo in caso di voluta interazione con il relatore;
- Mantenere un clima propositivo e un linguaggio rispettoso nei confronti del relatore e degli altri partecipanti;
- Nelle richieste al relatore non riferirsi a persone, cose, luoghi, aziende competitrici;
- Le domande sono sempre benvenute: vi chiediamo di porle alla fine della presentazione;
- Tenete presente che la registrazione sarà attiva e verrà pubblicata: se volete porre domande riguardo una vostra situazione personale che non volete condividere, non esitate a scriverci in privato;
- Bliss Ayurveda Italia srl è azienda distributrice di Integratori atti a ristabilire il fisiologico equilibrio delle funzionalità corporee, è quindi sconsigliato il riferimento a patologie specifiche.

PRIVACY

I dati inseriti nel presente form servono a inviarvi informazioni in merito all'incontro in questione e o inviti a incontri futuri.
La piattaforma "ZOOM WEBINAR" in caso di attivazione delle proprie periferiche di trasmissione audiovisive:
- Non garantisce l'anonimato in quanto esplica un tacito consenso alla trasmissione ed eventuale registrazione di materiale visivo e sonoro del partecipante anche per usi successivi al termine delle trasmissioni (es.Vimeo, Podcast)
L'accensione delle periferiche audiovisive è a vostra discrezione.
Il vostro microfono durante il webinar sarà disattivato di default; sarà eventualmente attivato solo su vostro consenso nella fase finale dell'incontro.
Bliss Ayurveda Italiy srl declina quindi ogni responsabilità nell'ambito della diffusione dei dati audiovisivi e del nome utente scelto durante l’accesso.
https://www.ayurera.it/privacy-policy/
In qualsiasi momento potrete esercitare il vostro diritto di variazione/annullamento dati inviando una mail a info@ayurera.it

CONTINUA CON LA RICHIESTA